Libri posted by

Restiamo animali

Per la nostra rubrica sulle letture vegan e la sostenibilità dedichiamo questo nuovo post a

Restiamo animali. Vivere vegan è una questione di giustizia

di Lorenzo Guadagnucci, edito nel 2012 da Terre di mezzo Editore.

Restiamo_animali_cover

 

Descrizione (tratta dal sito dell’editore):

Chi sceglie la nonviolenza come stile di vita non può nutrirsi di animali.   Lorenzo Guadagnucci, giornalista e attivista, in questo libro spiega come “la scelta vegana non è che la premessa, forse la condizione per ciò che davvero conta, ossia l’impegno per costruire una società più giusta. ‘Restiamo animali’, diciamo a noi stessi, perché siamo coscienti d’essere ospiti – e non dominatori – del pianeta Terra, compagni di viaggio di tutti gli altri viventi, ai quali dobbiamo rispetto. Non stiamo parlando di diete, né di precetti di natura religiosa, ma di una prospettiva di cambiamento culturale e politico. Il cuore dell’animalismo, direi meglio dell’antispecismo, è qui. È una lotta contro l’ingiustizia”. 

 

La rivista ScienzaePace del  Centro Interdisciplinare Scienze per la Pace  –  Università di Pisa lo recensisce così:

[…]Un libro difficile da classificare. È un diario di viaggio dentro e fuori l’acuto narratore, un piccolo manuale di primo orientamento, una raccolta di testimonianze, mappe, schede e suggerimenti per la lettura. L’autore intervista persone, riporta letture fatte, descrive visite sul campo svolte (come quelle nei rifugi animali), ci racconta delle discussioni all’interno di vari gruppi e movimenti, offre stralci della sua vita familiare. Insomma non si tira indietro e per questo motivo lo ritengo un lavoro utile, oltre che ben scritto, dove cuore, mente e memoria si intrecciano in modo onesto, offrendo i risultati della sua indagine.

Ma cosa contiene esattamente questo libro, che riporta nel sottotitolo l’affermazione che “vivere vegan è una questione di giustizia”? Vi ritroviamo innanzitutto lo sforzo di fornire al lettore strumenti di conoscenza e di esperienza diretta per poter sviluppare una riflessione attorno alla cosiddetta “questione animale”. Argomento delicato quanto complesso, che Lorenzo Guadagnucci affronta con semplicità e rigore.

Cinzia Picchioni del Centro Studi Sereno Regis lo consiglia per questi motivi:

Mi è piaciuto perché è tutto scritto come un diario, situazioni ed eventi a cui l’autore ha partecipato – e ce lo racconta – sono altrettanti strumenti per riflettere sui temi dell’animalismo, dell’antispecismo, della scelta vegana. Ho trovato interessante la specifica di p. 125, in cui l’autore spiega e sviluppa il termine «animalismo» con le varie accezioni, e anche le differenze fra vegetariano, antispecista, vegano, protezionista… E ho trovato utile il «percorso di lettura», alle pp. 64-5, per «entrare nel mondo dell’animalismo anche attraverso i libri». Poi c’è il capitolo «Animali liberati», con le storie dei tanti «rifugi» italiani, per cavalli, maiali, galline liberati da prigionia, maltrattamenti e torture; un rifugio non è uno zoo, che anzi dovrebbero essere chiusi, come gli allevamenti tipo «lager» come Green Hill (fra l’altro nel libro la vicenda di Green Hill è ben raccontata, per chi avesse ancora qualche dubbio sulla vivisezione), e apriamo altri rifugi, che finora in Italia sono pochi: Vita da cani (Milano), Valle Vegan (Rieti), Centro tutela della fauna esotica e selvatica (Sasso Marconi).

Dal sito Petsblog leggiamo:

Restiamo animali è un libro potente, che fa riflettere sull’alterità, sull’infinito del volto dell’altro, per citare il filosofo Emmanuel Lévinas, altro che può essere un uomo, una donna ma anche un animale non umano. C’è forse qualcuno di noi che dubita che il nostro cane abbia una propria personalità? Qualche lettrice o lettore di Petsblog avrebbe forse l’ardire che il gatto con cui vive non è capace di comunicare?

Su Quotidiano Sostenibile:

“Restiamo animali” è prima di tutto il racconto di un percorso e di una presa di coscienza che lo ha portato a passare dall’alimentazione vegetariana che conduceva ormai da 25 anni, ad un’alimentazione vegana. Una scelta, questa, che trascende la questione di un regime alimentare individuale, ma che abbraccia una visione più ampia, in cui la lotta allo sfruttamento degli “oppressi fra gli oppressi” è il passaggio fondamentale per una vera lotta per i diritti, non solo umani ma dei viventi tutti. Una visione questa che vuole ribaltare ogni logica di gerarchizzazione, anche quelle che implicitamente accettiamo pur dichiarandoci rispettosi degli animali. Perchè come tra gli uomini, il rispetto e la cooperazione possono e devono essere una condizione essenziale per l’abbattimento di ogni sopruso.

Newsletter

newsletter

FACEBOOK

Tortino di avena, tofu e porri con salsa al curry
commenti   apr 14, 2016

Tortino di avena, tofu e porri con salsa al curry

Un piatto unico gustoso e saziante, la pietanza che ci vuole per un pranzo a lavoro o per un pic nic primaverile. Il tortino salato di Elena è ricco di...
banner_blog_ebook

Seguici su Google +


banner_blog_ebook

Search