BioAppetì in cucina posted by

Menù vegano di Pasqua con ricette facili e golose!

Mancano solo 5 giorni a Pasqua e siamo certi che molti di voi ancora non hanno elaborato un menù per questa gioiosa ricorrenza. Una Pasqua ricca di festa e vissuta a tavola con ricette salutari, gustose, cruelty free è possibile grazie all’inesauribile ingegno dei tanti food blogger che, pur essendo chef amatoriali, cucinano con lo stesso amore e dedizione di chi lo fa per professione. Abbiamo selezionato le migliori ricette realizzate dai food blogger più autorevoli nel campo della cucina cruelty free per un menù pasquale sontuoso e 100% vegetale.

Antipasto

Millefoglie di tempeh con emulsione di mandarini tardivi

ANTIPASTO: Millefoglie di tempeh con emulsione di mandarini tardivi di UNO COOKBOOK

millefoglie-di-tempeh-1024x678

 

INGREDIENTI

per il tempeh croccante:

  • tempeh – 350 g
  • olio extra vergine di oliva – qb
  • sale integrale – qb
  • pepe macinato fresco – qb

per l’insalata:

  • misticanza verde – qb
  • finocchi – 300 g
  • paprika – 1 cucchiaino
  • succo di limone – 1/2 limone
  • olio extra vergine di oliva – 2 cucchiai
  • sale integrale – 1 pizzico

per l’emulsione di mandarini

  • succo di mandarini tardivi – 100 ml (spremuto e filtrato)
  • olio extra vergine di oliva – 50 ml
  • senape – 1 cucchiaino

PROCEDIMENTO

  • Lava l’insalata, asciugala e mettila da parte. Lava i finocchi e affettali molto sottili. Versali in una ciotola con l’olio, il succo di limone, la paprika e il sale. Lasciali marinare per circa 30 minuti.
  • Con una mandolina affetta il tempeh molto sottile (circa 2 mm di spessore). Spennellalo con un po’ di olio extra vergine di oliva su entrambe i lati. Mettilo su una teglia coperta con carta da forno, aggiungi un pizzico di sale e un po’ di pepe nero. Cuoci in forno statico a 180° fino a quando non sarà diventato dorato e croccante. Togli dal forno e metti da parte.
  • Spremi i mandarini tardivi, filtra il succo e versalo in un frullatore. Aggiungi l’olio e la senape. Frulla fino ad ottenere una emulsione leggermente cremosa.
  • Crea un millefoglie alternando: tempeh croccante + misticanza verde + finocchi marinati. Termina con una sfoglia di tempeh decora con qualche germoglio fresco. Versa sul millefoglie di tempeh 2 o 3 cucchiai di emulsione ai mandarini tardivi e servi a temperatura ambiente, come un antipasto.

 

 

Primo piatto

 Ravioli Mipiacemifabene

PRIMO PIATTO: Ravioli Mipiacemifabene 😉 di MIPIACEMIFABENE 😉

Ravioli tofu e rucola3

INGREDIENTI

per la salsa:

  • 1/2 bottiglia di passata di pomodoro
  • 3 foglie di basilico fresco
  • 1/2 costa di sedano
  • 1/2 cipolla piccola
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 carota
  • peperoncino
  • olio evo
  • sale

per il ripieno:

  • 350 g di tofu
  • 5 foglie di basilico
  • 1 mazzetto di rucola
  • 1 cucchiaino di sale marino integrale
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • la scorza di 1/2 limone
  • 2 cucchiai di olio evo
  • noce moscata qb
  • origano qb
  • pepe qb

per la pasta:

  • 100 g di farina di semola
  • 150 g di farina di grano tenero semintegrale
  • 1 cucchiaino raso di sale marino integrale
  • 1/2 cucchiaino di curcuma
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 125 g di acqua

PROCEDIMENTO per la salsa

Metti il basilico, il sedano, la cipolla, l’aglio e la carota in un mixer e trita il tutto. Trasferisci in un tegame insieme a un goccio di olio. Fai andare il tutto a fuoco basso per 10 minuti poi aggiungi il pomodoro, il peperoncino (facoltativo), un pizzico di sale e fai cuocere con il coperchio per 30 minuti circa.

PROCEDIMENTO per il ripieno

Prendi il tofu, sciacqualo e scolalo. Riducilo un pò e mettilo nel mixer insieme al basilico, la rucola, il sale, il succo di limone, la scorza, l’olio, la noce moscata, l’origano, il pepe e frulla il tutto fino ad ottenere una crema densa.

PROCEDIMENTO per la pasta

In una ciotola di vetro setaccia le farine, il sale, la curcuma e miscela il tutto con una frusta. aggiungi l’olio, l’acqua e impasta fino ad ottenere una consistenza liscia ed elastica. Copri con un piatto, metti a riposare in frigo e nel frattempo prepara il ripieno. Riprendi l’impasto, stendilo sottile e tieni a portata di mano la farina. Piegalo a metà, distribuisci il ripieno nella parte superiore a distanza regolare, copri con l’altra parte di sfoglia e forma i ravioli con un tagliapasta. Abbi cura di sigillarli bene con le dita in modo che non si aprano durante la cottura. Porta a bollore una pentola con abbondante acqua leggermente salata e versa un goccio di olio, butta la pasta e copri con un coperchio. Fai cuocere qualche minuto e mescolali con molta delicatezza. Metti la salsa di pomodoro sul fondo del piatto e distribuisci i ravioli. Decora con qualche foglia di basilico e poca scorza di limone.

 

Secondo piatto

Seitan in saor

 

SECONDO PIATTO: Seitan in saor di RAVANELLO CURIOSO

seitan-in-saor_81

INGREDIENTI

  • 250 g di seitan bio
  • pangrattato integrale qb bio
  • 3/4 cipolle bio
  • 2 C di uvetta + 1 C di pinoli bio (se graditi)
  • 1/2 bicchiere di aceto rosso bio + 2 C di malto di riso oppure 1/2 bicchiere di aceto balsamico + 1 C di malto di riso bio
  • olio EVO per friggere
  • 1 rametto di rosmarino

PROCEDIMENTO

Tagliare il seitan a julienne, passarlo nel pangrattato e friggerlo; scolarlo su carta da cucina e metterlo in un contenitore di vetro. Affettare sottilmente le cipolle (io uso il robot da cucina per procedere a gran velocità ed evitare lacrimazioni eccessive) e saltarle in poco olio: una volta croccanti, bagnarle con l’aceto e farle cuocere molto bene, fino quasi a disfarsi. Spegnere il fuoco ed aggiungere l’uvetta ed i pinoli.
Versare il condimento sul seitan, profumare con qualche ago di rosmarino e lasciare raffreddare completamente. Chiudere il contenitore e mettere a riposare per almeno 1 giorno, affinché prenda bene sapore.

 

 

CONTORNO:

Funghi ripieni gratinati

Funghi ripieni gratinati di GIROVEGANDO IN CUCINA

Funghi-ripieni-gratinati-blog

INGREDIENTI

  • 10 funghi champignon grandi
  • 1 spicchio d’aglio
  • un mazzetto di prezzemolo fresco
  • 3 cucchiai pieni di pangrattato
  • 4 cucchiai olio evo
  • sale e pepe

PROCEDIMENTO

Puliamo i funghi: stacchiamo il gambo dalla cappella con un movimento rotatorio ed eliminiamo la parte finale terrosa, raschiamo leggermente il resto del gambo. Con un coltello affilato eliminiamo la pelle esterna che riveste la testa del fungo. Inumidiamo un panno di cotone e passiamolo sia sui gambi che sulle cappelli dei funghi, in modo da pulirli bene.
Tritiamo a coltello i gambi dei funghi assieme all’aglio e al prezzemolo lavato e asciugato. Mettiamo tutto in una ciotola, saliamo leggermente, pepiamo, aggiungiamovi il pangrattato e l’olio. Mescoliamo con una forchetta.
Rivestiamo una teglia con carta forno, posizioniamovi sopra le teste dei funghi rovesciate, saliamo leggermente ognuna, versiamovi qualche goccia d’olio e riempiamo col composto di pangrattato, spingendolo bene.
Inforniamo a 220° per 25-30 minuti, avendo l’accortezza a metà cottura di spingere nuovamente con una forchetta il ripieno al centro del fungo, che tenderà a sollevarsi.
Serviamoli tiepidi.
.
.
.
Dessert

Vegan pastierine gluten free

vegan-pastierine-029.jpg
INGREDIENTI
per la pasta frolla vegan:
  • 100 g di farina di riso
  • 50 g di farina di miglio
  • 50 g di maizena
  • 50 g di zucchero di canna
  • 2 cucchiai di liquore all’anice
  • 50 g di tofu al naturale
  • 2 cucchiai di olio extravergine o olio di semi (a scelta)
  • 70 ml circa di bevanda vegetale (ho usato soia-riso)
  • 1 bustina di lievito per dolci vegan
per il ripieno:
  • 100 g di grano saraceno
  • 75 g di tofu al naturale Bioappeti
  • 50 g di mirtilli rossi essiccati (ammollati)
  • 1 cucchiaio di liquore all’anice
  • 2 cucchiai di succo d’agave
  • 200 ml circa d’acqua
  • bevanda vegetale di riso q.b.
PROCEDIMENTO
Come prima operazione cuocere il grano saraceno, consiglio di cuocerlo qualche ora prima e farlo riposare in frigorifero.
Lavarlo accuratamente e cuocerlo con il latte di riso, se necessario aggiungerne altro durante la cottura, cuocerlo per assorbimento;  a cottura ultimata farlo riposare nella pentola coperta per almento 10-15 minuti.
Preparare la pasta frolla, nel robot inserire la farina di riso, la farina di miglio, la maizena, lo zucchero di canna e il tofu. Tritare accuratamente tutti gli ingredienti.
Unire l’olio, il liquore all’anice e il lievito per dolci, tritare nuovamente per amalgamare gli ingredienti. Aggiungere la bevanda vegetale a filo sino a quando il composto non si impasterà formando una palla, valutare la quantità di bevanda vegetale, ogni farina reagisce diversamente.
Rovesciare l’impasto su una spianatoia, impastarlo brevemente, avvolgerlo in pellicola per alimenti e farlo riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.
Riprendere il grano saraceno, inserirlo nel robot, unire il tofu e tritare brevemente: il grano non deve ridursi in purea, ma solo sminuzzarsi.
Versare il composto in un pentolino, allungare con l’acqua necessaria per renderlo morbido e cremoso, unire il succo d’agave e il liquore all’anice, scaldare brevemente per amalgamare gli ingredienti, assaggiare e dolcificare con il succo d’agave, se lo ritenete necessario è possibile aumentare la dose di succo d’agave. Scaldare per qualche minuto, unire i mirtilli rossi scolati e asciugati, distribuirli uniformemente e far intiepidire.
Riprendere la pasta frolla, infarinare leggermente il piano lavoro, con il mattarello stendere la pasta ad uno spessore di tre millimetri circa.
La pasta è modellabile e abbastanza elastica considerando l’assenza di glutine, se fosse necessario, inumidirla leggermente, soprattutto dopo aver rimpastato i ritagli.
Con la rotella dentellata ritagliare dei quadrati, devono coprire il fondo dei pirottini e salire sui bordi per un paio di centimetri.
Posizionare i quadrati nei pirottini per muffin, ho scelto di utilizzare gli stampi di carta forno, è comunque possibile utilizzare altre forme e dimensioni.
Riempiere il fondo delle Pastierine con un cucchiaio di grano saraceno. Posizionare i pirottini su una teglia da forno e cuocere in forno caldo a 170° per 15 minuti circa.
Controllare e sfornare non appena la frolla inizia a dorarsi, non far cuocere troppo, la pasta potrebbe biscottarsi e asciugarsi troppo. Far raffreddare e servire.

Newsletter

newsletter

FACEBOOK

Tortino di avena, tofu e porri con salsa al curry
commenti   apr 14, 2016

Tortino di avena, tofu e porri con salsa al curry

Un piatto unico gustoso e saziante, la pietanza che ci vuole per un pranzo a lavoro o per un pic nic primaverile. Il tortino salato di Elena è ricco di...
banner_blog_ebook

Seguici su Google +


banner_blog_ebook

Search